Home » Inclusione » BES » H L.104/92 » Situazione di handicap

Situazione di handicap

Annunci

Dal punto di vista etimologico, il termine è di origine irlandese (Larousse, 1873) con una storia assai curiosa.

L’espressione “hand in cap” (in italiano “mano nel cappello”) si riferiva in origine ad un gioco d’azzardo, una specie di lotteria in cui c’erano dei premi da sorteggiare: il fortunato che estraeva dal cappello il numero vincente era tenuto ad offrire un premio di consolazione agli altri scommettitori meno favoriti dalla sorte.

Entrata nel gergo sportivo, la parola “handicap” indica una regola del gioco che, per compensare disparità e disuguaglianze, attribuisce a ciascuno dei contendenti vantaggi e svantaggi differenziati a seconda delle loro qualità.

Nelle gare ippiche, ad esempio, si penalizza con un peso il cavallo migliore, quello più giovane e forte in modo che ai cavalli meno dotati siano garantite condizioni iniziali più vantaggiose. Alla partenza, dunque, tutti i concorrenti sono in una posizione di relativa parità.

L’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) definisce quindi come handicap quella condizione di svantaggio conseguente ad una menomazione o disabilità che in un certo soggetto limita o impedisce l’adempimento del ruolo normale per il soggetto in relazione all’età, al sesso e ai fattori socioculturali.

L’handicap è caratterizzato dalla discrepanza tra l’efficienza o lo stato del soggetto e le aspettative di efficienza e di stato sia dello stesso soggetto sia del particolare gruppo di cui egli fa parte.

Questo significa che l’handicap lo crea il contesto e non è una caratteristica specifica di una persona.

Annunci